L'EQUIPAGGIAMENTO DA SCIALPINISMO pt.1

scialpinismo -

L'EQUIPAGGIAMENTO DA SCIALPINISMO pt.1

LO SCIALPINISMO

Il giusto equipaggiamento è fondamentale in qualsiasi disciplina sportiva.
Lo scialpinismo non è da meno e la sicurezza è uno dei parametri chiave da tenere in conto quando si acquista un pezzo dell'attrezzatura. Gli altri fattori fondamentali sono sicuramente il peso e il rapporto qualità/prezzo.

La scelta giusta di uno o più elementi influenza buona parte dell'uscita. Infatti uno sci meno pesante e più performante sarà garanzia di una salita più agevole e in sicurezza e quindi di un'esperienza più gratificante.

Ricorda che a parità di prestazioni, un prodotto più leggero è un prodotto più caro.
" Fare bene lo zaino è dunque un'arte importante e difficile " che richiede la stessa attenzione che si mette in una discesa. Ogni carenza o difetto nella preparazione dell'equipaggiamento si paga con dispendio di energia e tempo, poco divertimento e a volte danni fisici.

L'equipaggiamento si può dividere in: attrezzatura da sci, abbigliamento e zaino, attrezzatura alpinistica.
In questo articolo vedremo l'attrezzatura da sci.

1) GLI SCI

Esistono in commercio numerosi modelli ma i requisiti fondamentali da tenere in considerazione sono la leggerezza e la manovrabilità
Gli sci si possono dividere in tre categorie principali:

- Mountain race ovvero gli sci da gara. La leggerezza è il loro cavallo da battaglia. Questi sci pesano solitamente    attorno agli 800 gr e hanno una larghezza pari o molto vicina ai 70 mm.

- Mountain free ovvero sci con una marcia in più in discesa, quindi con un peso più generoso a favore della                      manovrabilità. Gli sci adatti a questa categoria sono più larghi, le dimensioni vanno dai 90 ai 120 mm, e il peso di    ogni sci può arrivare anche a 2 kg. 

- Mountain classic ovvero lo ski touring. E' il giusto compromesso per affrontare tutti i terreni. La larghezza ideale per      questo tipo di sci può oscillare tra i 70 e 90 cm e il peso dovrebbe stare tra i 1200 e 1600 grammi.

 2) SNOWBOARD E SPLITBOARD

 Anche per quanto riguarda le tavole esistono mille modelli diversi ma le varie tipologie si possono suddividere in tre categorie in base all'utilizzo:

- Freeride ovvero lo snowboard con molta stabilità e galleggiamento.

- Freestyle ovvero uno snowboard molto maneggevole per poterci fare i trick.

- All Mountain ovvero il compromesso per sciare in ogni condizione.

La Splitboard invece è una tavola che si divide in due parti (come un paio di sci) per affrontare la salita agevolmente, e si ricompone per la discesa. E' interessante perché permette anche allo snowboarder di essere efficiente e agile, senza pesi inutili.

3) ATTACCHI

SCI 

Gli attacchi per gli sci sono un altro elemento fondamentale dell'equipaggiamento.
Le caratteristiche fondamentali sono: grande escursione di sollevamento del tallone e sicurezza nello sgancio. Inoltre devono essere robusti, leggeri e semplici senza tanti fronzoli.

La maggior parte degli attacchi è costruita con l'attacco frontale Pin ma allo stesso tempo sono pochi quelli con l'omologazione "attacchi di sicurezza sia sul puntale che sul tallone".
Questo significa che gli attacchi non certificati possono non aprirsi in caso di caduta e procurare gravi danni allo scialpinista.

Gli attacchi possono avere lo ski-stopper, dispositivo frenante che blocca lo sci in caso di sgancio accidentale.

SNOWBOARD

Gli attacchi per lo snowboard si dividono come le tavole, tra:

- freeride ovvero attacchi con uno spoiler molto rigido che offrono gran supporto in discesa.

- freestyle ovvero attacchi morbidi che permettono qualsiasi movimento.

- all mountain ovvero un compromesso tra sostegno e mobilità

Nel caso di tavole Splitboard va considerato il sistema di aggancio alla tavola dato che deve essere previsto sia per la salita (Pin tipo sci) che la discesa.

5) SCARPONI

SCI

Gli scarponi da sci si dividono in base all'utilizzo:

- Scarponi da gara: hanno uno scafo minimal e sono super leggeri (spesso in carbonio).

- Scarponi all mountain: sono il binomio tra giusto peso e precisione in discesa.

- Scarponi da freeride: sono simili a quelli da pista, cioè abbastanza rigidi per permettere una discesa più efficacie.

E' fondamentale che la caviglia sia libera di muoversi in salita, in modo da agevolare la camminata.
Per la discesa invece è importante che lo scarpone blocchi saldamente tutto il piede.
Nella scelta dello scarpone bisogna tenere in considerazione la forma e la calzabilità ed è necessario valutare bene il tipo di calze da indossare poiché molte volte fanno la differenza.

SNOWBOARD

 Anche gli scarponi da snowboard si dividono in base all'utilizzo:

- Freeride: offrono un ottimo sostegno in discesa grazie al flex rigido.

- Freestyle: hanno un flex morbido per offrire maggior libertà di movimento e sensibilità

- All Mountain: sono il solito compromesso tra sostegno e mobilità. In aggiunta alcuni modelli prevedono una suola in    Vibram e la possibilità di montare un rampone semi-automatico.

6) PELLI E COLTELLI

Le pelli di foca sono delle strisce di tessuto sintetico (tipo nylon) o di lana che vanno poste sotto lo sci grazie ad una colla speciale. Esse permettono allo sci di scivolare solo in avanti mentre gli impediscono di scivolare all'indietro.
Le pelli si diversificano per materiale, costruzione e forma.
Le pelli si posso attaccare allo sci tramite un gancio in punta oppure due ganci che fanno presa ad entrambe le punte dello sci.
La forma della pelle deve coprire l'intera superficie dello sci e molto spesso accade che il negoziante ritagli su misura la pelle di foca.
Il maggior problema dato dalla pelle è che perda di aderenza durante la salita a causa di umidità e freddo intenso.
Di conseguenza è bene montare la pelle al caldo con la soletta asciutta.

I coltelli invece sono delle lame metalliche dentate che si applicano sugli sci o sull'attacco e permettono di affrontare delle traversate a mezza costa o salite ripide senza scivolare. Ovviamente l'andatura viene rallentata a beneficio di maggior sicurezza.

7) ARTVA E SICUREZZA

L'ARTVA è l'apparecchio di ricerca travolti da valanga. E' indispensabile per praticare l'attività dello scialpinismo e ne parleremo in un altro articolo.

La pala e la sonda sono gli altri due strumenti di sicurezza da avere sempre. 
Servono per localizzare e liberare velocemente un compagno sepolto da una valanga. Sono utili anche per valutare il il manto nevoso.

Lo zaino Airbag è uno strumento molto utile che negli ultimi anni ha avuto una grande diffusione.
Il principio che sta dietro è abbastanza semplice. Aumentando grazie ad un pallone d'aria il volume dello sciatore ne riduce la densità e quindi favorisce il galleggiamento nella neve in movimento. 

L'Avalung invece è un sistema a boccaglio che permette di respirare l'ossigeno presente nella neve. E' uno strumento molto intelligente ma poco conosciuto.

Un altro sistema per facilitare la ricerca di persone travolte è il sistema Recco.
Sostanzialmente sono indumenti o materiale che al suo interno contiene dei riflettori Recco (piastrine metalliche) che comunicano con il dispositivo di ricerca usato dal soccorso.

Si conclude qui il primo articolo sull'Equipaggiamento da scialpinismo.
Abbiam visto quali sono i principali strumenti necessari per praticare questa attività e le loro caratteristiche base.
E' importante, se non si è esperti, affidarsi a professionisti della montagna e ricordiamo che per consulenza su prodotti o altri materiali potete contattarci tramite e-mail a orizzontiverticalishop@gmail.com o venendoci a trovare direttamente nei nostri punti vendita.


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati